Informazioni su Uamm

UAMM, perchè questo nome?
Uamm è l'acronimo di Ubuntu A Modo Mio e prevede una configurazione software con un interfaccia grafica minimale corredata di alcuni strumenti necessari all'utente per plasmare la propria installazione di Ubuntu a propria immagine e somiglianza (Ubuntu A Modo Mio, cioè a immagine e somiglianza dell'utente).

Come viene assemblata?
Viene assemblata partendo dalla mini iso per l'installazione via rete e la localizzazione iniziale è in lingua italiana

Numeri di versione
I numeri di versione sono perfettamente in linea con quelli di Ubuntu. In casi particolari può, però, essere aggiunta una lettera (ad esempio 14.04a) che serve solo ed esclusivamente a contrassegnare una ulteriore rimasterizzazione che corregge eventuali errori o che include nuove funzionalità rispetto alla precedente.

Caratteristica principale
Sistema minimale, che una volta installato, consente di personalizzare quasi da zero la propria installazione di Ubuntu

Caratteristiche aggiuntive
Con gli strumenti a corredo Uamm può essere sfruttata già in modalità Live per le funzioni di seguito specificate:
  • Recupero dati da un PC con sistema operativo compromesso non più avviabile
  • Recupero dati accidentalmente cancellati
  • Azzeramento delle password utente di Windows (utile quando non si riesce più ad accedere al proprio account avendone dimenticato la password a causa, ad esempio, di una lunga e prolungata assenza. Attenzione l'utilizzo di questa utility per la violazione della Privacy è responsabilità diretta dell'utilizzatore)
  • Clonazione disco e partizioni
  • Ripristino disco e partizioni clonate
  • Verifica stato di salute dei dischi mediante tecnologia SMART
  • Verifica stato di efficienza memoria RAM
  • Informazioni e test sull'hardware in uso
  • Riparare il boot loader del PC (a partire dalla versione 14.04a LTS)
Creare un proprio sistema Live installabile
Uamm consente, inoltre, a tutti quelli che lo desiderano di "costruirsi" da soli la propria versione personalizzata di Ubuntu. E' possibile, infatti, personalizzare il parco software di default e creare la propria iso che andrà scritta, a seconda dei casi, su un CD, DVD o, se lo si desidera, su una Pen Drive avviabile. Si otterrà così un sistema Live installabile con pochi click sul proprio PC.


UN PO' DI STORIA

Fino al 2011 Uamm era disponibile in 3 versioni:

BASE
PLUS
SERVER

Caratteristiche della versione BASE (adatta ad utenti esperti)
Era denominata semplicemente Uamm e consisteva in un Live CD installabile con un'interfaccia grafica di base e senza alcuna applicazione. Nel menù l'unica voce disponibile era quella dell'Ubuntu Software Center con un ampio catalogo di software installabile con un semplice click. I 2 possibili campi di applicazione di questa versione erano quelli di seguito specificati.
- Server: Installazione e configurazione di un Server avendo comunque a disposizione un ambiente grafico ridotto all'osso.
- Desktop: Installazione e personalizzazione di un sistema desktop a partire da una configurazione software davvero minimale.

Caratteristiche della versione PLUS (adatta a tutti)
Uamm Plus era un Live DVD installabile sicuramente molto più ricco, come dotazione software, rispetto alla versione base. L'inclusione di software in questa versione dipendeva anche dai suggerimenti degli utenti. L'idea di base era quella di avere un sistema con un parco software correttamente assortito per soddisfare le esigenze di tutti: esperti e meno esperti. Il campo di applicazione di Uamm Plus era sicuramente quello Desktop. Ottimo sia per gli utenti che desideravano allontanarsi dal mondo di Windows che per quelli più esperti alla ricerca di una soluzione che includesse, allo stesso tempo, un ambiente desktop semplice da usare e gli strumenti tecnici necessari alla manutenzione dei computer.

Caratteristiche della versione SERVER (adatta ad utenti esperti)
Uamm Server era un Live CD installabile con una interfaccia grafica minimale basata su Gnome.
Il Live CD consentiva di verificare, già prima dell'installazione, se l'hardware a disposizione fosse idoneo all'uso desiderato. Era possibile installare la iso anche su pen drive USB.
Una volta raggiunto il desktop bastava lanciare Firefox e puntare alla pagina http://localhost da cui era possibile, mediante dei link, accedere ai vari servizi già inclusi e funzionanti da plasmare a proprio piacimento.